fbpx
Connect with us

Hi, what are you looking for?

Dalvin Weekly Update – Le 10 Notizie dal Web che non ti aspetti – #18
Dalvin Weekly Update – Le 10 Notizie dal Web che non ti aspetti – #18

Redazione

Dalvin Weekly Update – Le 10 Notizie dal Web che non ti aspetti – #18

Puntata 18 per Dalvin Weekly Update: oggi scopriremo il ritorno del PostalMarket con Diletta Leotta, i nuovi robot umanoidi presto in produzione, l’aereo più veloce del suono, la nuova Renault 5 Elettrica, la vera ricarica wireless (senza basette ed a distanza di vari metri) di Xiaomi ed altre imperdibili notizie dal web!

Photo by cottonbro from Pexels

1. Sophia, il robot umanoide, entra in produzione di massa

Quest’anno Sophia ed altri tre modelli di robot umanoidi Hanson Robotics entreranno in produzione di massa e si prevede che siano disponibili già per la prima metà del 2021.

Questa notizia arriva grazie ad un nuovo rapporto di Reuters in seguito ad un tour nella fabbrica di Hong Kong della Hanson Robotics, condotto proprio da Sophia, il primo robot nella storia a cui è stata concessa la cittadinanza in Arabia Saudita nel 2017.

Hanson Robotics pensa che sia il momento più sicuro che mai per lanciare questi robot, in quanto tali robot aiuterebbero il mercato sanitario mondiale, ma anche i settori della vendita al dettaglio e del trasporto aereo.

I robot sociali come me si prenderanno cura dei malati o degli anziani. Posso aiutare a comunicare, fornire terapie e stimoli sociali, anche in situazioni difficili”

Sophia, durante il tour alle fabbriche Hanson Robotics

David Hanson, fondatore e amministratore delegato di Hanson Robotics, ha affermato che nel 2021 l’azienda prevede di vendere migliaia di robot di diverse dimensioni, ma non ha fornito una cifra precisa sulla quantità.

Ha detto che quest’anno quattro modelli, tra cui Sophia, saranno presentati al pubblico. Reuters ha inoltre notato che le vendite globali del settore robotica per servizi professionali sono aumentate del 32% dal 2018 al 2019 con un ricavo di circa 11 miliardi di dollari, secondo i dati dell’International Federation of Robots.

Durante l’attuale pandemia di COVID-19, queste cifre sono probabilmente aumentate poiché i robot sono visti in tutto il mondo come aiuti nel settore sanitario ed Hanson ha affermato di pensare che sia necessaria una maggiore automazione al fine di mantenere le persone al sicuro.

Grace, uno dei robot introdotti da Hanson Robotics quest’anno, è stato progettato appositamente per il settore sanitario.

“I robot Sophia e Grace sono unici essendo così simili agli umani. Questo può essere molto utile in questi tempi dove le persone sono terribilmente sole e socialmente isolate.”

David Hanson, CEO Hanson Robotics

L’obiettivo di Hanson Robotics è quello di fornire maggiori informazioni sulle innovazioni dell’azienda in ambito di ricerca e sviluppo di intelligenza artificiale, ingegneria robotica, progettazione esperienziale, narrazione e scienza dei materiali.

2. Branson lancia la sfida: Londra-New York in 2 ore

L’utilizzo di questo jet permetterà di percorrere 2.786,11 km di distanza in due ore, gli stessi chilometri che separano Londra a New York , riuscendo quindi a viaggiare ad una velocità di circa 3.700 chilometri orari, battendo la velocità del suono di tre volte.

Sembra fantascienza, eppure la sfida lanciata da Branson è stata chiara. Il progetto di Virgin Galactic è già in cantiere vantando delle partnership non indifferenti quali la Rolls Royce e la supervisione straordinaria da parte della NASA .

Questo piccolo gioiello della tecnologia oltre a viaggiare ad una velocità da guinnes, manterrà una altitudine di 18 mila metri (11 mila metri è l’altezza massima raggiungibile da un aereo oggi) con un impatto ambientale equivalente a zero, grazie alla volontà ferrea di alimentare questo jet con fonti di energia rinnovabili.

3. Elon Musk colpisce ancora

Elon Musk stupisce nuovamente il mondo comprando delle piattaforme petrolifere abbandonate al fine di invertirne l’utilizzo per farne le basi operative per i lanci spaziali verso Marte, Luna e viaggi ipersonici attorno alla terra.

Sembra un idea stravagante se non si conoscesse il creatore di Tesla, da sempre promotore dei viaggi spaziali, che ora è riuscito a fare un ulteriore passo in avanti comprando queste due piattaforme petrolifere abbandonate e ribattezzandole, curiosamente, con il nome dei due satelliti scoperti nel 1877 Phobos e Deimos .

Questa storia sottolinea sempre di più che le ambizioni e la determinazione del sud africano naturalizzato statunitense sono davvero infinite .

4. Sony stravolge il mercato delle mirrorless con la nuova Alpha 1

Il 26 gennaio Sony ha presentato una nuova mirrorless full-frame, alcuni si aspettavano un modello successivo della Alpha 9 II ed invece con molta sorpresa è stata creata una nuova linea di fotocamere infatti il nome della nuova ammiraglia è Alpha 1.

La Sony Alpha 1 ha un sensore da 50.1MP stabilizzato su 5 assi e grazie anche al suo giroscopio interno in accoppiata al software desktop sarà in grado di realizzare video con una stabilizzazione incredibile. A livello fotografico sarà in grado di ottenere fino a 5.5 stop di stabilizzazione.

La raffica arriva a 30fps a 50MP senza blackout nell’EVF che è anche aggiornato a 240fps.

Questa velocità di scatto sarebbe superflua senza un sistema di autofocus eccellente e Sony ha migliorato ulteriormente l’affidabilità del suo già ottimo sistema.

Sarà presente infatti anche l’eye tracking sugli uccelli e sugli animali oltre che quello per le persone; alcune di queste caratteristiche erano già presenti sull’Alpha 9II ma Sony afferma che la precisione è aumentata di circa il 30% rispetto a quel modello.

Passando al lato video invece l’Alpha 1 riesce a registrare video in 8k a 10 bit (4:2:0) e video fino a 120fps in 10 bit 4:2:2 in 4k.

Insomma è una videocamera da cinema “compatta” che permetterà di realizzare tranquillamente documentari e cortometraggi.

Sono supportate due schede SD UHS-1 e UHS-2 oltre due Cfexpress di tipo A. I trasferimenti dei file non saranno più un problema grazie all’USB-C 3.2 (10Gbps), alle bande Wifi 2.4Ghz e 5Ghz con MIMO 2×2 ed alla porta Ethernet che supporta l’FTPS con crittografia SSL o TLS.

E’ solo una piccola parte della scheda tecnica che risulta quasi inventata viste le ottime caratteristiche. Ma essendo reale il prezzo è molto salato per il mercato consumer.

La Sony Alpha 1 sarà venduta a partire da marzo 2021 ad un prezzo di listino di 6500$ in America e di ben 7300€ in Italia.

Se paragonata alle serie Alpha più vendute come le Alpha 7 o alle low cost A6X00 chiaramente il costo sembrerà spropositato.

La Sony Alpha 1 però punta ad un mercato differente e viste le caratteristiche il prezzo è in linea con i competitor.

Vi invitiamo a dare un’occhiata a questo breve cortometraggio realizzato con la Sony Alpha 1:

5. Intel Iris Xe, rilasciata ufficialmente una scheda video dedicata per desktop

Dopo tante speculazioni ed anticipazioni Intel ufficializza il rilascio della sua GPU dedicata per computer desktop. Stiamo parlando della Intel Iris Xe (DG1) che non sarà una scheda video per il gaming ma più che altro è indicata per riproduzioni multimediali e per computer d’ufficio.

Intel ha affermato che questa GPU sarà realizzata in collaborazione con alcuni partner OEM come Colorful ed Asus.

L’Iris Xe è stata realizzata con tecnologia a 10nm Superfin inoltre sono presenti :

  • 80 Execute Unit
       
  • 4GB di RAM LPDDR4X con BUS 128bit    
       
  • Interfaccia PCI-E Gen 4.0
       
  • Supporto per la codifica e decodifica hardware H.264 e H.265 (12bit) 
       
  • Supporto per l’output video di Display Port 1.4 e HDMI 2.0b
       
  • Intel Deep Learning Boost
       
  • TDP di soli 30W

Intel a Novembre 2020 aveva già rilasciato la GPU dedicata per notebook, ovvero l’Iris Xe Max che ha caratteristiche molto simili con questa versione desktop.

Per il momento il prezzo e la disponibilità non sono noti ma tramite un comunicato di un portavoce Intel è stato confermata l’incompatibilità di questa scheda video con i sistemi AMD.

Infatti l’Intel Irix Xe necessita di Intel Core di 9a e 10a generazione e di schede madri con chipset Intel B460, H410, B365 e H310C con un bios UEFI speciale.

Queste limitazioni non fanno prevedere grandissime vendite per questa nuova scheda video, viste anche le specifiche da entry-level l’Intel Irix Xe punta ad una determinata fetta di mercato.

Infatti coloro che l’acquisteranno dovranno avere delle determinate schede madri e determinati processori e questo poteva anche essere un ottimo stratagemma se fosse stata una GPU top di gamma.

Quindi se Intel non svelerà qualche caratteristica importate questa scheda video potrebbe diventare semplicemente una delle tante per la fascia entry-level di computer desktop.

A questo punto non ci resta che attendere l’Intel DG2 che dovrebbe essere rilasciata entro la fine del 2021 e sarà la prima GPU dedicata da gaming di Intel.

6. Torna la Renault 5 (elettrica)

Arriva la sorella moderna ed elettrica della mitica R5, che è stata tra le auto più desiderate tra i giovani tra gli anni ‘80 e ‘90 nella versione Gt Turbo.

Il marchio francese nell’ambito di un grande ammodernamento del marchio ha presentato la Renault 5 Prototype, versione moderna ed elettrica della “mitica” Renault 5, desiderata dai giovani tra gli anni ‘80 e ‘90 nella sua versione Gt Turbo.

Quest’operazione è volta a rendere l’auto elettrica accessibile a tutti richiamando forme iconiche che hanno segnato due decenni e oltre.

Basta un’occhiata alla nuova Renault 5 Prototype per capire come passato e futuro si fondono in un connubio perfetto che strizza l’occhio alle forme che ben conosciamo senza farsi mancare nessun dettaglio moderno, come il logo a led Renault, le maniglie a filo della carrozzeria ed interni interamente digitali.

Ogni componente stilisto ispirato alla R5 originale è stato modernizzato e portato al passo con i tempi; la presa d’aria sul cofano nasconde sotto lo sportellino di ricarica, design che crea continuità anche con i fanalini e i deflettori aerodinamici, un tuttuno che strizza l’occhio al futuro.

La griglia laterale, i cerchi in lega e il logo posteriore riprendono il “5” originale. Un tocco di stile moderno è dato dal tetto in tessuto circondato da led per dare un tocco più futuristico.

Attualmente la Renault 5 Prototype è ancora un concept, ma molto probabilmente diventerà un modello prodotto in serie attirando a se non solo gli amanti del modello classico e i nostalgici.

Sarà la mossa giusta per Renault? lo scopriremo e sicuramente ancora c’è molto da dire su questo modello, continueremo a seguire gli sviluppi.

7. Xiaomi presenta la ricarica a distanza, la vera ricarica wireless.

Ricarica il tuo cellulare a distanza nella tua stanza.

La tecnologia Mi Air Charge di Xiaomi permetterà di ricaricare il tuo cellulare a 5W anche attraverso le pareti e a distanza di metri.

In futuro si potranno ricaricare anche più dispositivi allo stesso tempo e la cosa interessante è che l’eventuale presenza di ostacoli fisici non ridurrà l’efficienza della ricarica.

Questa tecnologia, a detta di Xiaomi, potrà essere applicata a qualsiasi dispositivo: smartwatch, smartband e altri dispositivi indossabili per arrivare in futuro sarà esteso a lampade, speaker, soundbar, etc. rendendo di fatto tutti i dispositivi senza fili prospettando un futuro smart slegato da cavi e lasciando spazio a interessantissimi sviluppi.

L’unico scoglio da affrontare potrebbe essere convincere una certa fascia di utenza, diffidente verso certe tecnologie (come il 5g), a sfruttare un’innovazione del genere.

Motorola ha presentato un sistema simile, sul dispositivo Motorola One Hyper, in grado di ricaricare una coppia di smartphone a distanza di 80 e 100cm dalla base di ricarica.

Questa tecnologia fa in modo che la ricarica si interrompa se una persona si frappone fra il “beamforming” e il dispositivo, probabilmente scelta legata per evitare danni alla salute.

8. Il misunderstanding è servito, Facebook e gli ennesimi problemi con la Privacy

Nelle prime settimane di gennaio, Signal ha guadagnato 7,5 milioni di utenti a livello globale, secondo i dati condivisi dalla commissione per gli affari interni del parlamento britannico. Telegram ha invece guadagnato 25 milioni di nuovi iscritti.

In maniera parallela il Garante per la Privacy ha richiesto che i termini di servizio di WhatsApp siano rivisti e corretti per risultare meno contorti e assimilabili, data l’enorme confusione che ha prodotto l’avviso che informava l’utenza che dall’8 febbraio sarebbero stati integrati i servizi WhatsApp con la piattaforma social Facebook, servizi che con la condivisione dei dati con parti terze non sembrano avere un nesso di continuità.

Scrive il Guardian: “Niamh Sweeney, direttore delle politiche pubbliche di WhatsApp per Europa, Medio Oriente e Africa, ha dichiarato alla commissione per gli affari interni che si ritiene che l’esodo sia correlato all’aggiornamento dei termini di servizio dell’azienda. Ha affermato che l’aggiornamento aveva lo scopo di fare due cose: abilitare un nuovo set di funzionalità sulla messaggistica aziendale e “fare chiarimenti e fornire maggiore trasparenza” sulle politiche preesistenti dell’azienda.

“Non ci sono modifiche alla nostra condivisione dei dati con Facebook in nessuna parte del mondo“, insomma sembra che la paranoia collettiva per la divulgazione dei dati personali e la scarsa accuretazza in termini di divulgazione da parte del team di WhatsApp abbiano scatenato una tempesta perfetta da cui WhatsApp si è risvegliata con una trentina di milioni di utenti in meno.

9. Apple sorpassa Amazon nella corsa al marchio più importante del mondo.

Apple è il marchio di maggior valore del mondo lo afferma Brand Finance Global con il suo consueto rapporto annuale.

Come in una corsa automobilistica Apple riconquista la vetta, superando proprio Amazon che era al comando da 3 anni consecutivi.

Uno dei fattori probabilmente fondamentale a questa grande e immensa crescita, del +84% su base annua e una valutazione di ben 263,4 miliardi di dollari, è la ricerca costante di diversificare il proprio mercato non solo hardware ma sopratutto Servizi e Software e sembra che questo processo di rinnovamento si stia rivelando vincente.

Amazon perde la battaglia ma sicuramente non perde la guerra, anzi è una sconfitta è che profuma di crescita. Solo Amazon riesce a stare dietro ad Apple riuscendo a far crescere il proprio valore del 15% con una valutazione di 254,188 miliardi.

Nel corso del 2020 Amazon è stata una delle aziende che ha “guadagnato” di più dall’emergenza sanitaria potenziando la filiera distributiva, ma non ha trascurato “nuovi” servizi software o servizi di intrattenimento come Prime Video e Twitch.

10. POSTALMARKET: dalla vendita per corrispondenza all’e-commerce

Cos’era PostalMarket? Era un catalogo despecializzato che veniva distribuito in edicola con l’obiettivo di diffondere i nuovi beni di consumo (in particolare l’abbigliamento) in tutti i paesi d’Italia tramite una vendita diretta, capillare e diffusa sul territorio, rivolgendosi ad un pubblico prettamente femminile. Lo slogan era: “Con Postal Market sai / uso la testa / e ogni pacco che mi arriva è una festa”

L’azienda ebbe il suo maggiore sviluppo tra tra gli anni 60 e 70 grazie anche alla pubblicità di alcuni prodotti su le principali emittenti dell’epoca, Postalmarket sopperiva alla mancanza di grandi supermercati e grandi magazzini con la loro varietà merceologica.

Inizialmente era possibile ordinare solo tramite posta, in un secondo momento introdusse anche i call center e la vendite telefoniche.

Arriviamo ai giorni nostri Il marchio è stato acquistato da Stefano Bortolussi e Francesco D’Avella con la volontà di rilanciare il marchio storico.

Il nuovo PostalMarket sarà anche in versione digitale e-commerce oltre che nella classica edizione cartacea.

“Il nuovo Postalmarket sarà un portale del pop del made in Italy, dedicato alle imprese italiane di grandi e medie dimensioni per la vendita classica da ecommerce e alle piccole imprese, fino ad arrivare ai bottegai e alle loro associazioni di categoria”

PostalMarket – Pagine Social

Diletta Leotta ha definito un “onore” e un “privilegio” comparire sulle pagine che in passato hanno ospitato Cindy Crawford, Claudia Schiffer, Carla Bruni e Monica Bellucci. Per gli appassionati dello shopping, il catalogo darà “ampio spazio a curatori di spicco per ogni categoria, moda, design, beauty, food & wine, tech”.

Non ci resta che aspettare che postalmarket e la sua Madrina Diletta Leotta facciano il proprio debutto in società. Conto alla rovescia sul sito https://www.postalmarket.it/

Alla prossima settimana!

Scopri Dalvin Market

Il nostro team è sempre al lavoro per scovare i migliori prodotti (marche e prezzo), filtrare le vere opportunità di mercato, consigliarti i prodotti dei migliori brand e gli articoli del momento, ogni giorno.

Iscriviti subito al canale Telegram Dalvin Market e non perdere il prossimo affare!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti anche:

Sticky Post

Cos’è Amazon Warehouse? Ti stai chiedendo come sia possibile che nella playlist quotidiana di Dalvin Market si trovino articoli con sconti fino al 90%?...

Deals

Amazon si sta impegnando sempre di più per rendere gli acquisti nel proprio marketplace più semplici e comodi per gli acquirenti, introducendo finalmente la...

Tech Life

In questo approfondimento parleremo di Telegram: Servizio di messaggistica istantanea con oltre 400 milioni di iscritti (ad oggi) e che registra un incremento di...

Deals

Immagina: un’auto a noleggio con la semplicità di un acquisto su Amazon! Vorresti un auto a noleggio che ti garantisca: Burocrazia quasi nulla Costi...

Copyright © 2020 powered by Dalvin. Dalvin.it: approfondimenti, guide e consigli su come risparmiare sul web. Ottimizza le tue spese, risparmia con noi! In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Tutti i marchi, registrati e non, e altri segni distintivi presenti nel sito appartengono ai legittimi proprietari e non sono concessi in licenza né in alcun modo fatti oggetto di disposizione, salvo espressamente indicato.

Scroll Up